Roma, 12 marzo 2018

All’att.ne della Direzione Nazionale del Partito Democratico

In questo momento di incertezza per il Paese, consegnato dalle urne a formazioni politiche prevalentemente estremiste e demagogiche, e per il Partito, accreditato dal popolo di un consenso particolarmente esiguo, il gruppo dirigente del “Partito Democratico Roma IX” esprime tutta la propria preoccupazione per quelle che dovranno essere le prossime decisioni in merito alla formazione del nuovo governo nazionale e all’elezione delle sue cariche più rappresentative.

Crediamo qui tutti che, sulla base del confronto tra il nostro programma elettorale e quello delle forze che oggi hanno maggiore rappresentanza nel Parlamento, non ci sia alcuna affinità, ed anzi che le loro proposte divergano significativamente e siano sostanzialmente inconciliabili con le nostre – specialmente nella parte in cui dichiarano di voler smantellare tutte le riforme approvate negli ultimi tre anni. Alla luce di questa analisi politica e rifuggendo ogni tatticismo di breve respiro non vi sono le pur minime condizioni affinché il Partito Democratico possa partecipare ad un governo multicolore.

Il dovere del Partito Democratico di fronte ai propri elettori, e in definitiva di fronte al Paese tutto, crediamo sia quello di rappresentare in Parlamento un’opposizione seria e rigorosa coerente con i nostri progetti politici: aperta alle proposte convergenti con il nostro programma e i nostri principi, ma netta nel definire la distanza politica tra il nostro partito e le altre forze del Parlamento qualora non ci dovesse essere convergenza possibile. Ma sempre e comunque dai banchi dell’opposizione. Uniti e compatti, cercando di risolvere quei nodi che non ci hanno garantito la dovuta credibilità agli occhi del popolo italiano.

Siamo anche dell’opinione che il partito debba in questo momento di transito verso una nuova e distinta fase storica riuscire a ragionare in prospettiva e non solo per quelle che sono le esigenze dell’immediato: un eventuale sostegno ad un governo di coalizione con altre forze parlamentari siamo certi che renderebbe del tutto insoddisfatta l’assoluta maggioranza dei nostri iscritti ed elettori (cosa della quale abbiamo riscontro diretto) rischiando di distruggere in modo fatale il rapporto con la nostra comunità specialmente nel breve periodo – anche considerando che già nel maggio del prossimo anno dovremo affrontare le elezioni europee e, a Roma a breve, il rinnovo di due consigli municipali.

Ragioni di carattere politico e un forte senso di responsabilità nei confronti del Paese, che molto chiaramente si è espresso il 4 marzo, e del nostro Partito ci impongono a maggior ragione quindi di rifiutare qualsiasi ipotesi di sostegno a governi espressione di altre forze politiche presenti nel Parlamento rischiando di giocare un ruolo di subordinazione politica che i nostri iscritti, i nostri elettori ed il nostro progetto politico non meritano.

Alessandro Garrisi

Partito Democratico “Roma IX”

Segretario

 

Roma, 5 marzo 2018

 

Il Direttivo del Circolo PD ROMA IX è convocato il giorno 12 marzo 2018 alle ore 17:45 presso i locali del circolo municipale in Via G. P. Lucini 39 (Via I. Silone, 1° Ponte), con il seguente ordine del giorno:

1) Comunicazioni del Segretario.
2) Elezioni politiche e regionali 2018: discussione.

 


Il Segretario
Alessandro Garrisi